« Il cinema non è per un'élite, ma per le masse. Parlare ad un'élite di intellettuali è come non parlare a nessuno. Non credo si possa fare una rivoluzione col cinema. Io credo in un processo dialettico che debba cominciare tra le grandi masse, attraverso i film e ogni altro mezzo possibile. »
(Elio Petri)

Così imparano a fare i cattivi (2014)

"Così imparano a fare i cattivi" è il secondo cortometraggio della Lux Productions Film. Il nuovo lavoro, oltre al cast ormai collaudato, Andrea Cotrone e David Longo, si arricchisce di un nuovo elemento, Massimiliano Marinelli.

Un corto tutto da scoprire e gustare, dedicato agli amanti di "genere", come lo siamo noi.

Operazione Terrore (2013)

"Operazione Terrore" è il primo cortometraggio di una trilogia, la cosidetta "trilogia all'italiana" che vuole omaggiare il cinema di "genere" nostrano che va dagli anni '60 ai primi anni '80.

 

Girato totalmente senza budget, in scarse 4 ore e senza alcuna attrezzatura professionale, questo primo tassello punta tutto sulla suspence e su una forte carica autoironica tipica dei thriller e degli horror italiani anni '60 e '70. Non avendo a disposizione nessun tipo di carrello, crane o camera a spalla ma semplicemente una compattina, la regia è fortemente influenzata da Fernando di Leo e la sua ricerca dell'inquadratura ("I ragazzi del massacro"). L'ironia, invece, è tipicamente margheritiana (Antonio Margheriti e il suo "Nude... Si muore"). L'omaggio all'immenso Maestro Mario Bava si è cercato di regalarlo attraverso gli effetti luce, nonostante le due sole lampade alogene da giardino e attraverso il titolo, chiaramente ispirato ad "Operazione Paura" (e non ad "Operazione Terrore" di Blake Edwards). La colonna sonora sui titoli di coda è un omaggio ai maestri Morricone e Argento de "Il gatto a nove code".  Sempre al maestro Argento è dedicata la scena del "musicista" come omaggio al capolavoro "Profondo Rosso", nonostante lo strumento musicale differente. 

 

Soggetto, sceneggiatura, fotografia, musiche, effetti luce e regia sono a cura di Giuseppe Violano.

Andrea Cotrone e David Longo, i due attori protagonisti, hanno dato dimostrazione di professionalità e impegno nonostante i pochissimi mezzi e soprattutto il poco tempo a disposizione.